spacer.png, 0 kB
Foto dalla galleria

Maratona e 6 ore 2016

Stella di Bronzo al Merito Sportivo

"Stella di bronzo al merito sportivo" all'Atleitica Molise Amatori

ama stella copia


spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
La storia
La Tappino-Altilia è una gara podistica di Km 21,0975 inserita nel calendario nazionale F.I.D.A.L. e regolarmente omologata. Si svolge sempre nell’ultima domenica di settembre.
Nata nel 1984, la maratonina Tappino-Altilia aveva come sottotitolo “1º Itinerario Turistico Molisano”, perché nei propositi degli organizzatori (i soci dell’Atletica Molise Amatori di Campobasso, un gruppo podistico sorto l’anno prima) vi era l’intento di modificare il percorso ad ogni successiva edizione, con la finalità turistico-sportivo-culturale di far conoscere ai partecipanti ogni volta un luogo diverso della Regione Molise.
Le oggettive difficoltà per realizzare un simile progetto, ma soprattutto il successo immediato che la Tappino-Altilia aveva riscosso tra gli atleti, suggerirono all’A.M.A. di non abbandonare la gara, né di variarne il percorso, decisione questa rivelatasi vincente e premiata da tante edizioni dal successo sempre crescente.
La peculiarità della Tappino-Altilia è il percorso. Il tracciato è totalmente immerso nel verde appenninico: dalla partenza sino all’arrivo il colpo d’occhio spazia dalla piana di Bojano a tutto il versante molisano del Matese, con il profilo di Campitello Matese che si staglia in bell’evidenza.
Da rilevare poi il legame simbolico, storico-archeologico che unisce partenza e arrivo. La prima è fissata in contrada Tappino, alle porte di Campobasso, poche centinaia di metri in linea d’aria dagli scavi dell’insediamento sannitico di Monte Vairano (IV sec. A.C.), probabile sede della mitica Aquilonia, mentre il traguardo è posto, dopo i canonici 21,0975 chilometri, al centro del sito archeologico di Altilia (colonia romana sorta il I sec. A.C.) nel territorio del Comune di Sepino.
Spettacolare, inoltre, il veloce passaggio nel Comune di San Giuliano del Sannio, intorno al tredicesimo chilometro, e l’attraversamento del tratturo posto sul fondovalle del Tammaro, in prossimità dell’arrivo.
Infine, emozionante per gli atleti, l’ingresso trionfale di “Porta terravecchia” e il taglio del traguardo lungo il decumano di Altilia. Al riguardo viene in mente l’immagine unica e irripetibile di Abele Bikila che, dopo aver percorso strade cariche di storia e di magia, come l’Appia Antica, taglia a piedi nudi, il traguardo sotto l’Arco di Costantino (1960 – Olimpiadi di Roma)
Nel 1988, la Tappino-Altilia è stata valida quale Campionato Italiano Amatori di mezza maratona ed in quell’occasione ha registrato una massiccia presenza di podisti provenienti da tutta Italia. In seguito, pur dopo un inevitabile ridimensionamento, il numero dei partecipanti è tornato a crescere costantemente (attualmente circa 1000), con la presenza degli atleti provenienti da fuori regione sempre di gran lungo superiore rispetto a quella dei locali. La spiegazione di tale fenomeno va ricercata nella scelta dell’A.M.A., peraltro in controtendenza, di privilegiare e favorire la partecipazione autenticamente amatoriale dei podisti e dei loro gruppi, al posto dei cosiddetti top runner.
Gli elementi che hanno decretato il successo sempre crescente della Tappino-Altilia sono:
  • un sempre ricco pacco gara costituito generalmente da prodotti eno-gastronomici tipici del Molise;
  • generosi e numerosi cesti alimentari in sostituzione delle consuete coppe (o simili) ai più bravi;
  • rimborsi in denaro per le società meglio classificate (con almeno 10 atleti);
  • piccoli rimborsi spese–viaggi ai gruppi provenienti da fuori regione;
  • un abbondante pranzo a fine gara offerto dall’organizzazione a tutti gli atleti ed accompagnatori;
  • l'abituale cronaca della gara attraverso le principali reti televisive nazionali e locali;
Con il passare degli anni la Tappino-Altilia si è arricchita di preziose iniziative che potenziano l’immagine in ambito nazionale e vanno ad arricchire la sua valenza storico-culturale:
  • Da alcuni anni, si svolge, nei giorni precedenti la gara, un convegno sui temi di grande interesse riguardanti lo sport, il turismo, la cultura con relatori di livello nazionale ( On. Pietro Mennea, Prof. Michelangelo Gianpietro (Università Cattolica di Roma – responsabile per lo sport della Società Italiana Nutrizione Umana), on. Mario Pescante, Ing. Antonio Federico, ricercatore dell’ E.N.E.A.);

  • L’organizzazione, in collaborazione del Centro Sportivo Italiano e della Pro Loco di Sepino, di una passeggiata non competitiva “SEPINO-ALTILIA” con la partecipazione di oltre 500 tra ragazzi e accompagnatori;

  • Dal 2002, in considerazione delle sue caratteristiche peculiari, la Tappino-Altilia ha avuto il prestigioso riconoscimento da parte del Ministero dei Beni Culturali che l’ha inserita nelle manifestazioni delle Giornate Europee del Patrimonio dedicate al tema dello "Lo sport nell'Italia antica";

  • Nel 2004 l’A.M.A., con l’organizzazione della Tappino-Altilia, ha fatto parte del programma di studio dell’Università del Molise – Corso di Scienze motorie “organizzazione delle Imprese turistiche sportive” – quale modello efficace ed efficiente di realizzazione di iniziative sportive come fattore di promozione dello sviluppo economico e sociale regionale;

  • L'organizzazione delle giornate “Amici della Tappino-Altilia” mostra di promozione dei prodotti tipici molisani in concomitanza con la gara;

  • Dal 2005, la Tappino-Altilia è capofila di un particolare circuito nazionale di gare, promosso proprio dall’A.M.A. durante un recente convegno svoltosi a Campobasso con la collaborazione dell’Università del Molise, denominato “L’UOMO FA LA STORIA ….. LO SPORT LA RISCOPRE” tutte mezze maratone caratterizzate dal traguardo posto nelle vicinanze di un sito archeologico ed avente come fine la riscoperta del mondo greco, etrusco, sannita e romano.

  • Nel 2006 la Tappino-Altilia non è stata solo sport, ma anche turismo. Nel programma di questa edizione, sono state previste una serie d'iniziative atte a promuovere la conoscenza del patrimonio paesaggistico del territorio Molisano. L'intendimento è stato quello di portare all'attenzione delle società e degli atleti provenienti da fuori regione, la località turistica di Campitello Matese. Le prenotazioni registrate sono state tantissime, notevole la presenza di atleti e accompagnatori delle società pugliesi, campane e lucane.

  • 2007 - Lo sport riesce sempre a valorizzare ed esaltare al meglio ogni buon principio. Infatti questo è stato l'anno in cui lo sport si è coniugato con la solidarietà e la legalità. Nel mese di luglio l’AMA, ha organizzato in collaborazione con “Molise sorriso” e l’associazione “Luciano Lama” la “Staffetta  del sorriso” che ha visto protagonisti i ragazzi Bosniaci ospiti di famiglie Molisane.  Tra gli eventi collaterali della XXIV TAPPINO-ALTILIA è stato organizzato un convegno “Sport e legalità”. Sono intervenuti i relatori prof. Marco Marchetti - Presidente del Corso di Laurea in Scienze Motorie dell’Università degli Studi del Molise - sul tema “Lo sport come promotore di legalità – luci e ombre”,  l’avvocato Francesca Macioce - Assistenza Legale e Contenzioso Coni - sul tema “L’ordinamento sportivo nazionale, i rapporti tra i soggetti istituzionali “ e il sig. Giuseppe La Pietra - Referente Regionale Abruzzo - di “Libera“ sul tema “Sport e legalità: l’esperienza e l’impegno di Libera – Associazione nomi e numeri contro le mafie“.
  • 2008 - Campobasso 25 settembre 2008 ore 18:00 Chiesa di San Paolo - Via Tiberio Convegno "Sport e Solidarieta" Cooperazione all'integrazione europea tra diverse culture Coordinatore: Prof. Guido CAVALIERE Presidente Regionale Coni Saluti: Dr. Michele IORIO Governatore Regione Molise e Vicepresidente dell'EuroRegione Adriatica Dr. Nicola D'ASCANIO Presidente della Provincia di Campobasso Dr. Giuseppe DI FABIO Sindaco del Comune di Campobasso Dr. Mario IALENTI Consigliere Nazionale e Componente della Giunta Nazionale della FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera) Interventi: Mons. Giancarlo Maria BREGANTINI Arcivescovo della Diocesi di Campobasso-Bojano Elia RUBINO Storico delle Religioni Michele COLABELLA Preside dell'lstituto "G. Maria Galanti" di Campobasso Dott.ssa Alberta DE LISIO Dirigente rapporti istituzionali Regione Molise, referente per I'EuroRegione Adriatica (L'EuroRegione Adriatica:la nuova Europa che cresce)
    Campobaso 26 settembre 2008 ore 10.00 Auditorium Scuola Media Montini “L’EuroRegione Adriatica” incontra i ragazzi delle scuole medie. Coordinatore: Lorenzo COSTA Dirigente dell'Atletica Molise Amatori Saluti: Dr. Mario PIETRACUPA Presidente del Consiglio Regionale del Molise Dr. Antonio MOSCA Sindaco di Sepino Dr. Rosario LOSITO Sindaco di San Giuliano del Sannio Presidi delle Scuole Medie inferiori di Campobasso, Sepino e S. Giuliano Interventi: Dott..ssa  Alberta DE LISIO Dirigente Rapporti Istituzionali Regione Molise, referente per I'EuroRegione Adriatica "II Molise e I'EuroRegione Adriatica" Dott.ssa  Nicolina DEL BIANCO Responsabile Ufficio Europa della Regione Molise "L'Europa in Molise"
  • 2009 Tra le manifestazioni collaterali, che hanno fatto da corollario alla gara podistica, si sono svolte, con il patrocinio dell’EuroRegione Adriatica, a:     Campobasso il 24 settembre 2009 ore 18:00 presso la sala consiliare della provincia di Campobasso Convegno "Lo Sport, veicolo di pace" Coordinatore: Prof. Guido CAVALIERE Presidente del comitato Regionale Coni. Saluti: Dr. Michele IORIO Governatore Regione Molise e Vicepresidente dell'EuroRegione Adriatica, Dr. Pietro Montanaro assessore allo sport Provincia di Campobasso Dr. Mario IALENTI Presidente del comitato regionale della FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera), Dott.ssa Alberta DE LISIO Dirigente rapporti istituzionali Regione Molise, referente per I'EuroRegione Adriatica (L'EuroRegione Adriatica:la nuova Europa che cresce) Interventi: Layla Mousa rappresentante del PeaceGames della UISP, Miriam Lupo in rappresentanza di Emergency, Giuseppe Berardipresidente di SOS Molise Campobasso 25 settembre 2009 ore 10.00 Auditorium Scuola Media Petrone incontro con i ragazzi delle scuole medie, sul tema “Pace no Guerra” la validità dello sport e della cooperazione tra i popoli. Coordinatore: Lorenzo COSTA Dirigente dell'Atletica Molise Amatori. Saluti: Pietro Pontico preside della scuola Media Petrone di Campobasso,  Dott..ssa  Alberta DE LISIO Dirigente Rapporti Istituzionali Regione Molise, referente per I'EuroRegione Adriatica Interventi Layla Mousa rappresentante del PeaceGames della UISP, Maurizio Cardi in rappresentanza di Emergency, Giuseppe Berardi presidente di SOS Molise
  • 2010 Tra le manifestazioni collaterali, che hanno fatto da corollario alla gara podistica, si è svolto a: Campobasso 23 settembre 2010, il convegno “Emigrazione, Immigrazione ….. una necessità” presso la sala Celestino V nel Palazzo Vescovile della città di Campobasso. Il convegno condotto dal prof. Guido Cavaliere, ha avuto come relatori Norberto Lombardi, del “Centro Studi sui Molisani nel Mondo” con il tema “Lo sport come incontro dei nuovi molisani”, Antonio Ruggieri, Direttore del “Bene Comune”, con il tema “Le politiche dell’accoglienza per la rinascita del Molise” e Loredana Costa, presidente dell’Associazione “Dalla parte degli ultimi”, con il tema “Educare all’accoglienza”.
 
spacer.png, 0 kB

In collaborazione con

vsk.jpg

Ultimissime

Attività Invernale 2017

Pubblicato il calendario dell'attività invernale 2017 programmata dal Comitato Regionale FIDAL Molise

Calendario e Regolamento


Regolamento invernale attività 2017

Pubblicato il regolamento dell'attività invernale 2017 programmata dal Comitato Regionale FIDAL Molise

Calendario e Regolamento


Calendario eventi

«   Novembre 2017   »
lumamegivesado
  1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   

Iscrizioni e comunicati

Per iscriversi alle gare e leggere gli ultimi comunicati riservati ai soci è necessario effettuare l'accesso



spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e il modo in cui li trattiamo visita la pagina di informativa sui cookie.